L’Inter prosegue il suo cammino in campionato a suon di gol e grandi prestazioni. I nerazzurri sono in vetta nonostante l’unico scivolone contro il Sassuolo e continuano a convincere anche i più scettici. Quasi tutti. Tra gli “haters” della squadra di Simone Inzaghi resiste Arrigo Sacchi.

L’ex allenatore di Milan e Nazionale ha ancora una volta sminuito il gioco espresso dall’Inter, elogiando in contrapposizione quello del Milan, a suo dire, più moderno ed europeo.

“Il Milan contro la Lazio ha sfiorato la perfezione, sembrava il mio Milan dei tempi d’oro. – ha esordito Sacchi recentemente in un’intervista – L’Inter invece, si affida ai singoli, gioca in contropiede e gioca un calcio antico”.

Ma è davvero così? Vedendo e rivedendo i gol e le azioni nerazzurre, si direbbe esattamente il contrario. L’Inter arriva al gol sempre tramite azioni manovrate, dove tutti i componenti della squadra partecipano all’azione, mentre il Milan dell’era Pioli si affida alle folate dei soliti Theo Hernandez e Leao. Proprio contro la Lazio, il match è stato deciso da due sgasate di Leao, come ammesso candidamente da Maurizio Sarri, tecnico biancoceleste.

Su Twitter, inoltre, ci sono tantissimi video, dove viene esaltato il gioco dei nerazzurri, che vanno a smontare la tesi di Arrigo Sacchi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here